In autostrada si ricarica l’auto elettrica, colonnine ogni 90 km

In autostrada si ricarica l’auto elettrica, colonnine ogni 90 km

Arrivano nuovi punti di ricarica ultra veloce fino a 350 kW in Autostrada. ASPI ha annunciato un piano di investimenti che prevede l’installazione di 4-6 punti di ricarica ultra-veloci “Fast” presso 67 aree di servizio della rete autostradale italiana.

 

Arrivano nuove colonnine per la ricarica di auto elettriche in autostradaASPI, Autostrade per l’Italia, ha annunciato il nuovo piano industriale “Piano di trasformazione al 2023”. Secondo la logica della “green infrastructure” saranno attivate iniziative di sviluppo e gestione sostenibile della rete, tra cui: realizzazione di piazzole con colonnine di ricarica all’interno delle principali aree di servizio per favorire la diffusione della mobilità elettrica.

Inoltre Aspi ha in programma il potenziamento delle energie rinnovabili anche a favore dei servizi forniti agli automobilisti con azioni di rimboschimento necessarie per compensare l’emissione di CO2.

Colonnine di ricarica auto elettriche in autostrada finalmente!

 

Per l’auto elettrica, fino ad ora, fare il pieno di energia elettrica in autostrada è fino ad oggi un problema: si deve uscire ed andare a cercare la prima stazione “Fast” disponibile. Non è il massimo della comodità per chi guida un’auto elettrica EV e deve spostarsi per un viaggio.
La svolta potrebbe arrivare dal piano di Autostrade per l’Italia che prevede l’installazione di 4-6 punti di ricarica ultra-veloci “Fast” fino a 350 kW presso 67 aree di servizio della rete autostradale italiana.

Ricarica auto elettrica tra Roma e Milano

 

Tra Roma e Milano in media ci saranno punti di ricarica ogni 90 km, sufficienti per programma un lungo viaggio in elettrico.
Questo significa che sarà possibile spostarsi in autostrada anche con vetture elettriche dotate di batteria con capacità inferiore da 20/30 kWh e più rapidamente se dotate di ricarica in corrente continua DC come ad es Peugeot e208Mazda MX-30, nuova Zoe o vecchia ZOE come la Q210 che in corrente alternata si ricarica a 43 kW.

Il piano delle colonnine in autostrada prevede un cospicuo investimento di 35 milioni di euro, con le prime strutture che dovrebbero essere installate presso lo snodo di Bologna, per poi arrivare anche a Milano e a Roma.

Green Station sull’A1-Diramazione Roma Sud, presso le Aree di Servizio Frascati Est ed Ovest.

Green Station sull’A1-Diramazione Roma Sud, presso le Aree di Servizio Frascati Est ed Ovest.

In autostrada ricarica auto elettrica in DC

 

Il pieno di energia in autostrada presto sarà una realtà e velocissimo grazie alle nuove colonnine “Fast” che ricaricano fino a 350 kW iN DC. Autostrade con questo piano di investimenti punta a velocizzare il più possibile il rifornimento di un’auto elettrica EV, con tempi simili a quelli che normalmente ora occorrono per fare il pieno di carburante su un veicolo tradizionale.

Quando sarà raggiunto un determinato tasso di utilizzo delle colonnine installate scatterà la seconda fase del piano, con Aspi che aprirà al mercato per coprire il rimanente 69% delle aree di servizio e raggiungere la copertura totale della sua rete.

Energia sostenibile provenienti da impianti fotovoltaici

 

Il progetto green di Autostrade per l’Italia prevede anche che entro il 2022 ci sia uno stanziamento di 25 milioni di euro per installare altri 144 impianti fotovoltaici.

In questo modo Autostrade punta ad una produzione di energia totalmente green e sostenibile di oltre 45 GWh, in grado di fornire energia elettrica pulita alle colonnine di ricarica rapida.

 

Fonte: https://www.newsauto.it/ >> https://bit.ly/2yECAv0
Condividi su:
Open chat