Tesla presenterà le “batterie di nanofili” al Battery Day di settembre?

Tesla presenterà le “batterie di nanofili” al Battery Day di settembre?

Un’immagine di sfondo e una società vicina (fisicamente) a Tesla, che sviluppa batterie con anodi di nanofili, stimolano l’immaginazione per il Battery Day di settembre. Vedremo batterie nanotecnologiche?

Sappiamo che Elon Musk ha rinviato al 22 settembre il Battery Day di Tesla a causa della pandemia da coronavirus, ma forse sappiamo anche cosa potrebbe presentare Tesla nel suo ‘giorno della batteria’ per ingolosire gli investitori.

L’intuizione, a onor del vero, è arrivata al sito Electrek attirato dall’immagine di sfondo della pagina internet usata da Tesla per annunciare il Battery Day e attraverso la quale sarà possibile guardare il livestream dell’evento virtuale.

Nanofili nascosti ma in bella vista?

In effetti, lo sfondo nero mostra dei bastoncini, rappresentati da una tecnica puntiforme, che somigliano incredibilmente a dei nanofili (nanowire). I nanofili sono strutture nanometriche di recente sviluppo quasi unidimensionali, realizzate con semiconduttori o metalli, e allo studio anche per le loro proprietà elettriche.

“Nanofili” dall’immagine di sfondo del sito Tesla

Nello specifico, i nanofili di silicio hanno interessato anche il CNR, che nel 2008 pubblicò sulla rivista Nano Letters uno studio su questi materiali, tra le cui caratteristiche c’era anche l’elevata conduttività dello loro strutture ordinate.

Tesla davvero “vicina” ai nanofili

Amprius è una società vicina a Tesla che si occupa di nanofili. Quando diciamo “vicina” intendiamo anche fisicamente, dato che per arrivare alla sede di Amprius dallo stabilimento di Fremont di Tesla è sufficiente una passeggiata a piedi di circa un chilometro.

Nanofili visti con un microscopio a scansione (fonte: Wikipedia)

Le curiosità e le coincidenze tra Tesla, Amprius e l’immagine di sfondo per il Battery Day iniziano a solleticare l’immaginazione, che viene ulteriormente stimolata se si legge sul sito della società come vengono presentate le batterie di Amprius: “Sviluppate su una piattaforma tecnologica brevettata che include un anodo realizzato al 100% con nanofili di silicio, le batterie Amprius Technologies forniscono molta più energia e potenza con meno peso e volume di qualsiasi altra tecnologia di batterie agli ioni di litio. Le batterie Amprius Technologies forniscono fino al 50% di densità di energia in più rispetto alle batterie standard agli ioni di litio con anodi di carbonio.”

Ce n’è abbastanza per trarre delle conclusioni per il Battery Day del 22 settembre, che tuttavia non possono evitare dall’essere anche (e soprattutto) speculazioni.

 

Fonte: dmove.it > https://bit.ly/3kfBtEK

Condividi su:
Open chat