Fotovoltaico

COME FUNZIONA IL FOTOVOLTAICO E I PRINCIPALI BENEFICI

Come funziona un impianto fotovoltaico? E come riesce a produrre elettricità con la sola energia del sole? Oggi ormai tutti sanno che si tratta di una tecnologia che permette di produrre energia pulita sfruttando la luce del sole. Inoltre, si sa che, come fonte di energia pulita, sarà il futuro (e forse già presente) di un nuovo modello energetico che scalzerà le fonti fossili in esaurimento.

Non tutti, però, sanno esattamente come funziona.

GLI ELEMENTI COSTITUTIVI DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Ogni impianto fotovoltaico si compone di alcuni elementi fondamentali:

  • moduli fotovoltaici
  • strutture di sostegno dei moduli
  • inverter

Le celle fotovoltaiche costituiscono gli elementi base del modulo. Ogni cella è formata da una piccola lastra di silicio che una volta ricevute le radiazioni solari è capace di generare una differenza di potenziale tra la superficie superiore e quella inferiore.

Si genera così una corrente continua. Le celle fotovoltaiche sono protette da vetri resistenti e trasparenti che hanno la capacità di orientarsi grazie alle strutture di sostegno.

L’inverter è il meccanismo elettronico necessario per la trasformazione dell’energia elettrica da corrente continua a corrente alternata. In termini concreti è grazie a quest’apparecchio se si riesce ad ottenere il massimo della potenza indipendentemente dalle condizioni metereologiche.

Maggiori saranno le celle e maggiore sarà la potenza espressa in “watt di picco” (wp), cioè la quantità di energia prodotta nell’unità di tempo in condizioni standard di temperatura e radiazioni solari, ovvero quelle riscontrabili a mezzogiorno in una giornata fredda ma soleggiata.

Eventualmente si abbina ad un impianto fotovoltaico anche un sistema di accumulo (batteria). La batteria permette di accumulare l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici durante il giorno e rimasta inutilizzata.

Con l’installazione di un impianto fotovoltaico viene, inoltre, aggiunto al contatore tradizionale preesistente un contatore bidirezionale, questo perché i contatori tradizionali sono strutturati in modo “unidirezionale”: predisposti per ricevere l’energia elettrica dal distributore locale, ma non per cederla, funzione che viene appunto assolta dal contatore bidirezionale, grazie al quale è possibile effettuare lo “scambio sul posto”.

MONITORAGGIO COSTANTE DEI CONSUMI E DEL FUNZIONAMENTO

Grazie a dispositivi integrabili all’impianto e connessi alla rete Internet di casa si possono monitorare e bilanciare i consumi e il funzionamento dell’impianto tramite App da remoto. Questi dispositivi rendono “intelligente” il funzionamento dell’impianto, sono in grado di riconoscere l’andamento dei consumi di casa, destinando l’energia prodotta dai pannelli all’uso necessario in quel determinato momento: quindi o ai sistemi di accumulo o alla rete elettrica o ancora al consumo immediato.

UNO SGUARDO PIU’ AMPIO SU VANTAGGI E RISPARMI GARANTITI DALL’IMPIANTO FOTOVOLTAICO

     

     

Scarica subito la dispensa
"Fotovoltaico: 9 miti da sfatare + 1"

Dichiaro di aver preso atto dell'informativa sulla privacy ai sensi del Regolamento UE 2016/679 ed esprimo il mio consenso al trattamento dei dati per le finalità indicate