Solare Termico

Solare Termico

Il sistema in oggetto è studiato per integrare il sistema preesistente (cadaia) per la produzione di acqua calda sanitaria attraverso l’utilizzo di un termo accumulatore.

L’energia solare è una fonte di energia pulita, inesauribile nel tempo e accessibile a tutti gratuitamente. Per queste ragioni i sistemi ad energia solare rappresentano una valida e conveniente integrazione, o in alcuni casi alternativa, ai sistemi tradizionali, garantendo sino al 60% del fabbisogno annuale di acqua calda sanitaria in modo gratuito.

Parlando di solare termico, dobbiamo distinguere le due macro-famiglie :

– SOLARE TERMICO A CIRCOLAZIONE NATURALE;

– SOLARE TERMICO A CIRCOLAZIONE FORZATA.

Negli impianti a circolazione naturale, la circolazione tra collettore e serbatoio di accumulo viene determinata dal principio di gravità, senza l’utilizzo di altri elementi meccanici. Il fluido termovettore si riscalda all’interno del collettore ed essendo caldo è più leggero del fluido freddo all’interno del serbatoio. A causa di questa differenza di densità si instaura una circolazione naturale.

Negli impianti a circolazione naturale il serbatoio si deve trovare quindi in un punto più alto del collettore.

I sistemi solari termici a circolazione naturale possono avere l’accumulo integrato: l’acqua sanitaria viene fatta circolare direttamente all’interno del collettore. Questi sistemi sono più adatti nelle aree meridionali, dove non esistono significativi fenomeni di gelo.

Gli impianti solari a circolazione forzata, invece, catturano l’energia solare attraverso dei collettori solari ad assorbimento e ad alta efficienza, sia di tipo piano che sottovuoto. Tramite questi sistemi l’energia del sole viene poi trasformata in energia termica, utilizzabile per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria (ACS).
A differenza degli impianti a circolazione naturale, in quelli a circolazione forzata vengono utilizzate delle speciali pompe elettriche per fare circolare il fluido. La stazione solare permette il trasferimento di energia dal collettore al bollitore d’acqua, mentre la centralina elettronica di controllo gestisce l’intero sistema.

Per i solari termici è prevista la detrazione IRPEF del 65%, la detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo. In alternativa si può sfruttare il Conto Termico.

Open chat
Powered by